F.A.Q.

Risposte alle Domande Frequenti: per fare chiarezza

1Medito già da diverso tempo, quali benefici posso trarre dai vostri corsi?
Noi di Pause consideriamo la Mindfulness come uno degli ingredienti base del benessere psicofisico della persona, ma non l’unico. Per questo integriamo la pratica con altri strumenti psicologici di facile utilizzo che arricchiscono la pratica stessa e le nostre vite di nuovi significati.
2Quanto devo meditare ogni giorno per stare bene?
La meditazione è, secondo il nostro punto di vista, un vero e proprio allenamento per la mente. Va integrata gradualmente all’interno della routine quotidiana di ciascuno di noi. In generale è preferibile una pratica quotidiana formale breve, piuttosto che uno o due momenti settimanali di pratica più estesa. Per cominciare possono bastare anche 5’. In seguito si va sui 15’-20’ e qualche mindful break durante il giorno. Ma la scelta è estremamente soggettiva e va guidata sulla base di esigenze e tempo disponibile.
3Cos’è la Psicologia Positiva e come si integra con la Mindfulness?
Psicologia positiva è un termine coniato negli USA nel 1990 da Martin Seligmann, l’allora presidente dell’APA (l’Associazione degli Psicologi Americani). E’ quella scuola della psicologia che coniuga gli interventi per la crescita e lo sviluppo della persona con i più severi metodi di ricerca scientifica al fine di validare strumenti efficaci ad aumentare il benessere globale degli individui. La Mindfulness è parte di tale approccio.
4Sono richieste conoscenze di base per partecipare ai corsi?
No, la partecipazione non richiede nessuna competenza di base. Richiede curiosità e disponibilità a provare strade nuove, diverse da quelle fino ad oggi percorse e che forse, non ci hanno dato una completa soddisfazione o un benessere così ampio.